Sport

Di Marc Raimondi

22 agosto 2011 | 3:20am

Shammgod Wells porta palla in campo per la squadra del Bronx.Robert Cole

Shammgod Wells non ha scelto la sua famiglia, suo padre o il suo nome. Ma ci sono alcune aspettative quando sei il figlio di un ex McDonald’s All-american che ha giocato nella NBA.

“Non ho mai dovuto giocare a basket”, ha detto Wells. “Ma tutti pensano che dal momento che sono il figlio di Shammgod devo giocare a basket e devo essere bravo. Se fossi un cattivo giocatore, sarebbe come se qualcuno non stesse facendo qualcosa di giusto, perché dovrei essere bravo.”

Suo padre, God Shammgod, è una leggenda del basket di New York City. Ha guidato Providence all’Elite Eight del torneo NCAA, ha giocato per i Washington Wizards e ha vinto i premi di MVP in Cina, il posto che ha chiamato a casa per quasi un decennio.

Suo padre ha anche uno dei nomi più singolari nella storia dei cerchi e Wells, un anziano in ascesa all’alma mater LaSalle di suo padre, è per sempre legato ad esso – e va bene con lui.

“Questo li fa venire voglia di andare 10 volte più difficile, perché vogliono il mio nome”, ha detto Wells. “E questo mi dice sempre che devo rimanere in cima al mio gioco. Questo mi tiene motivato, perché so che la gente viene sempre per il mio posto.”

Wells ha avuto una buona prestazione per la domenica del Bronx nel torneo Battle of the Boroughs al Gauchos Gym. Il 3-pointer del playmaker 5-foot-8 con 1: 27 lasciato in semifinale contro il Queens ha tirato la sua squadra del Bronx entro 57-53. Ha poi disegnato un fallo offensivo sulla ex recluta di St. John Jevon Thomas con 27 secondi dalla fine e il Bronx giù 58-56. Ha finito per sigillare la vittoria in rimonta con due tiri liberi a 9,7 secondi dalla fine.

Ancora più importante, Shammgod era presente, venendo direttamente dall’aeroporto internazionale John F. Kennedy con le sue borse – era in Cina a lavorare – per vedere suo figlio giocare.

“Quando torna, viene sempre da me per primo, mi chiede se voglio allenarmi, essendo un papà”, ha detto Wells.

I due hanno trascorso quasi tutto il mese di luglio insieme a lavorare fuori. Wells non ha giocato sul circuito AAU a favore di rimanere in palestra con suo padre. Shammgod pensa che suo figlio di 16 anni sia in realtà un giocatore migliore di quello che era in questa fase.

“Sono orgoglioso del suo sviluppo”, ha detto Shammgod. “Voglio solo che ognuno gli dia la sua possibilità. Gioca con molta passione.”

Non è sempre stato facile sopportare il peso del suo nome. Wells trasferito a LaSalle da St. Raymond prima della scorsa stagione e si sedette lo scorso inverno. Voleva essere alla vecchia scuola di suo padre che sentiva avrebbe nutrito il suo talento migliore. Shammgod gareggiato nella stessa squadra di Ron Artest al liceo.

“LaSalle non essendo nella ‘AA,’ Non credo che i riflettori brillano su di lui che brillantemente,” talent evaluator Tom Konchalski ha detto. … “È migliorato molto. Deve diventare un po ‘ più forte fisicamente, ma sarà un buon giocatore.”

Wells si immagina più come un facilitatore e tiratore di suo padre, che era al suo meglio arrivare a canestro e finire. Shammgod crede che suo figlio abbia una sensazione migliore per il gioco in questa fase, a causa dell’esperienza che ha avuto. Ha in programma di portare Wells con sé in Cina il prossimo anno per allenarsi con la squadra nazionale, oltre a giocare AAU.

“Da quando è nato, era a tutti i giochi di LaSalle”, ha detto Shammgod. “È venuto a tutte le mie partite del college. Quando ero con i Wizards, era a tutti i giochi Wizards. E ‘ lui. Sara ‘ all’altezza dell’occasione.”

Wells ha interesse da Providence, naturalmente, e alcuni da Hofstra. Ma non è stato ancora visto da molti posti e prevede di fare un anno post-laurea. Shammgod sente che il cielo sarà il limite.

” Ancora un anno di lavoro?”disse l’orgoglioso padre. “Fidati di me. Sara ‘ un mostro di natura.”

[email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.