Emacs è una famiglia di editor di testo caratterizzati dalla loro estensibilità. Il manuale per la variante più utilizzata, GNU Emacs, lo descrive come l’editor di visualizzazione in tempo reale estensibile, personalizzabile, auto-documentante.

Lo sviluppo del primo Emacs è iniziato a metà degli anni 1970, e il lavoro sul suo diretto discendente, GNU Emacs, continua attivamente a partire dal 2017.

Installazione

Ci sono molti client Emacs su macOS. La versione consigliata su macOS è la porta Mac di Emacs, ma anche altre sono buone.

Emacs Mac port (Consigliato)

Molte funzioni utili sono costruite con Emacs Mac Port, ad esempio variabili di ambiente, schermo intero, miglioramenti visivi e così via.

Collegare prima il rubinetto Homebrew.

brew tap railwaycat/emacsmacport
  • Metodo 1: Installare con brew cask.
brew install --cask emacs-mac

Ci sono tre versioni disponibili, emacs-mac, emacs-mac-official-icon, emacs-mac-spacemacs-icon.

  • Metodo 2: Installare utilizzando brew.
brew install emacs-mac 

Clicca qui per vedere le opzioni disponibili: 1.--with-dbus, Costruire con d-bus di supporto
--with-modules, Costruire con moduli dinamici di supporto
--with-xml2, Costruire con libxml2 supporto
--with-ctags, non rimuovere la ctags eseguibile che emacs fornisce
--with-no-title-bars, Costruire con una patch per nessun titolo barre di fotogrammi (–TESTA non è supportato)
--with-natural-title-bar, Costruire con una patch per la barra del titolo del colore dedotto dal tuo tema (–TESTA non è supportato). Maggiori informazioni qui fornite
--with-official-icon, Usando ufficiale Emacs icona
--with-modern-icon, Utilizzando un moderno stile Emacs icona da @tpanum
--with-spacemacs-icon, Utilizzando il spacemacs Emacs icona da Nasser Alshammari
--with-icon-for-documents, Utilizzando icona ufficiale per i documenti che di default aperto con Emacs

Emacs plus

Iniziare toccando ufficiale emacs-plus botte.

brew tap d12frosted/emacs-plus

Emacs Plus contiene formule separate per diverse versioni di Emacs:

  • emacs-plus-installa Emacs 26, versione di rilascio corrente.
brew install emacs-plus 
brew install [email protected] 
brew install [email protected] 

Clicca qui per vedere le opzioni disponibili: 1.--with-24bit-color: Sperimentale: costruire con 24 bit di colore support
--with-ctags: non rimuovere la ctags eseguibile che Emacs fornisce
--with-dbus: Costruire con il supporto dbus
--with-mailutils

: Costruire con mailutils supporto
--with-natural-title-bar: Sperimentale: usare una barra del titolo del colore dedotto dal tuo tema
--with-no-title-bars: Sperimentale: costruire con una patch per nessun titolo barre di fotogrammi (–TESTA ha questo built-in via non decorati bandiera)
--with-x11: Sperimentale: costruire con il supporto x11
--without-cocoa: Costruire un non-Cacao versione di Emacs
--without-gnutls: Costruire senza gnutls supporto
[email protected]: Costruire senza [email protected] supporto
--without-librsvg: Costruire senza librsvg supporto
--without-libxml2: Costruire senza libxml2 supporto
--without-modules: Costruire senza moduli dinamici di supporto
--without-multicolor-fonts: Costruire senza una patch che consente multicolore supporto dei font
--without-spacemacs-icon: Costruire senza Spacemacs icona da Nasser Alshammari
--HEAD: Installazione di TESTA versione

Nota: 1) che Si potrebbe desiderare di installare exec-percorso-da-shell se si utilizza Emacs plus. Si prende cura delle variabili di ambiente.2) Per avere la barra del titolo abbinare il colore di sfondo del tema, considerare l’utilizzo invece:brew install emacs-plus --HEAD --with-natural-title-bars

Spacemacs

Spacemacs è un nuovo modo di vivere Emacs: un set-up sofisticato e raffinato incentrato su ergonomia, mnemonica e coerenza.

Spacemacs può essere utilizzato naturalmente sia dagli utenti Emacs che Vim – puoi persino mescolare i due stili di modifica. Passare facilmente tra gli stili di input rende Spacemacs un ottimo strumento per la programmazione a coppie.

Installazione

  1. Se si dispone di una configurazione Emacs esistente, eseguire prima il backup:

    cd ~mv .emacs.d .emacs.d.bakmv .emacs .emacs.bak

    Non dimenticare di eseguire il backup e rimuovere il file ~/.emacs altrimenti SpacemacsWILL NON verrà caricato poiché tale file impedisce a Emacs di caricare il file properinitialization.

  2. Clona il repository:

    git clone https://github.com/syl20bnr/spacemacs ~/.emacs.d

    master è il ramo stabile ed è immutabile, NON fare qualsiasimodifica ad esso o romperai il meccanismo di aggiornamento. Se si desidera fork Spacemacs utilizzare in modo sicuro il ramo develop in cui si gestisce l’aggiornamento manualmente.

  3. (Opzionale) Installare il codice sorgente Pro font.

    Se si esegue nel terminale è anche necessario modificare le impostazioni dei font del proprio terminale.

  4. Lanciare Emacs. Spacemacs installerà automaticamente i pacchetti richiesti.Se si verifica un errore relativo ai download dei pacchetti, è possibile provare a disabilitare il protocollo HTTPS avviando Emacs con

    emacs --insecure

    Oppure è possibile impostare dotspacemacs-elpa-https su nil nel file dot per rimuovere la necessità di avviare Emacs con --insecure argomento. Potresti voler chiarire la tua directory .emacs.d/elpa prima di farlo, in modo che tutti i pacchetti corrotti che potresti aver scaricato vengano reinstallati.

  5. Riavviare Emacs per completare l’installazione.

Configurazione Emacs di Purcell

Questo è l’albero di configurazione emacs di Purcell, continuamente utilizzato e ottimizzato dal 2000, e può essere un buon punto di partenza per altri utenti Emacs, specialmente quelli che sono sviluppatori web. In questi giorni è un po ‘ orientata verso macOS, ma è noto per funzionare anche su Linux e Windows.

Installazione

Per installare, clonare questo repository su ~/.emacs.d, cioè assicurarsi che init.el contenuto in questo repository finisca a ~/.emacs.d/init.el:

git clone https://github.com/purcell/emacs.d.git ~/.emacs.d

All’avvio di Emacs per la prima volta, ulteriori pacchetti di terze parti verranno automaticamente scaricati e installati. Se si riscontrano errori in quella fase, provare a riavviare Emacs ed eventualmente eseguire M-x package-refresh-contents prima di farlo.

Doom Emacs

Doom è una configurazione per GNU Emacs scritta da un testardo, shell-dimora, e melodrammatico ex-vimmer. Non era originariamente destinato all’uso pubblico, ma può essere considerato lo starter kit di un hacker.

Installazione

git clone https://github.com/hlissner/doom-emacs ~/.emacs.dcd ~/.emacs.dcp init.example.el init.el # maybe edit init.elmake install

Non dimenticare di eseguire makeogni volta che modifichi init.el!

Visita il wiki per una guida più dettagliata su installazione, personalizzazione e grokking Doom.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.