Correzioni a casa per l’insonnia dopo il parto

Una volta iniziata l’insonnia, le donne possono cambiare la loro routine per far fronte alla perdita di sonno. Ma questi cambiamenti di abitudine in realtà finiscono per perpetuare l’insonnia.

I comportamenti malsani di andare a dormire includono trascorrere lunghi periodi a letto quando sono frustrati o ansiosi e “cercano” di dormire; letto incoerente e tempi di veglia (di solito perché le mamme stanno cronometrando il loro sonno al bambino, che non ha ancora un ritmo circadiano); e pensando a letto (ho sentito da molte donne che questo è l’unico tempo ininterrotto che hanno per se stessi).

Infine, le donne dopo il parto non ricevono molta luce durante il giorno e spesso ricevono troppa luce durante la notte quando si prendono cura del loro bambino, il che può confondere l’orologio interno del loro corpo.

Praticare comportamenti positivi al sonno può aiutare.

In generale, raccomandiamo che le persone non “provino” a dormire, perché il sonno non è sotto il nostro controllo diretto. Invece, se non riesci a dormire, vai in un’altra stanza e fai qualcosa di tranquillo e rilassante in penombra, e non tornare al letto finché non ti senti assonnato.

Evita la tecnologia o qualsiasi dispositivo che emetta luce intensa sul tuo viso iniziando da una a due ore prima di andare a letto e durante la notte.

Si potrebbe anche pensare di formare un piano durante la gravidanza tardiva per come l’assistenza infantile notturna può essere condivisa con partner o familiari quando possibile. Il sonno di una nuova madre dovrebbe avere la priorità; ha davvero bisogno del suo sonno per riprendersi dal grande stress fisico del parto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.