La Malesia è un paese multirazziale con una popolazione che attualmente si attesta a 28 milioni, di cui circa il 60 per cento sono musulmani. L’Islam è costituzionalmente la religione ufficiale del paese, con la libertà di praticare altre religioni. La legge della Sharia in Malesia è applicabile solo ai musulmani e viene utilizzata per risolvere i conflitti relativi al credo e alle questioni familiari.

I musulmani malesi generalmente seguono la scuola di pensiero Shafi’e. Le moschee fanno parte della scena ordinaria in Malesia e sono tanto un’icona culturale quanto religiosa. È anche la norma ascoltare l’azan (chiamata alla preghiera) sull’altoparlante cinque volte al giorno. Il venerdì, gli uffici governativi e gli istituti bancari sono chiusi per due ore durante l’ora di pranzo per le preghiere del venerdì.

L’Islam è parte integrante della cultura malese malese, tanto che molti rituali e pratiche islamiche sono associati alla cultura malese. Molte parole nel vocabolario malese sono prese in prestito da parole arabe, come ‘dunia’ e ‘haram’. E “anche abbastanza comune vedere le donne malesi qui indossare l” hijab o foulard.

L’arrivo dell’Islam in Malesia

La Malesia era un primo centro di commercio e commercio dal 10 ° secolo CE. Allora, antichi regni malesi all “interno della regione settentrionale della penisola erano ancora sotto l” influenza buddista e indù.

Si ritiene che l’Islam sia arrivato per la prima volta in Malesia tra il 13 ° e il 14 ° secolo, attraverso commercianti arabi e indiani-musulmani. A quel tempo, la religione era abbracciata solo da pochi eletti. L “Islam si diffuse nella regione con l” arrivo e la conversione di Parameswara, un principe indù e l ” ultimo re di Singapore, che aveva stabilito il Sultanato di Melaka nel 15 ° secolo DC. Durante il suo periodo di massimo splendore nel 15 ° secolo CE, Melaka divenne un rinomato centro di studi islamici. L ” Islam ha continuato a fiorire nella penisola durante il 15 ° e il 16 ° secolo CE, che ha influenzato notevolmente lo stile di vita malese e la cultura, come si può vedere fino ad oggi.

La prima prova dell’arrivo dell’Islam in Malesia è stata scoperta a Terengganu, sotto forma di un’antica pietra inscritta localmente denominata ‘Batu Bersurat’. Datata 1303 CE, la tavoletta di pietra con scritto Jawi (arabo romanizzato) su di esso si erge come prova che l’Islam era arrivato nella regione della costa orientale della penisola molto prima Parameswara abbracciato l’Islam.

Altre prove dell’arrivo dell’Islam in Malesia includono una tomba del 15 ° secolo e tre pilastri inscritti a Pengkalan Kempas, Negeri Sembilan, così come i marcatori di tombe finemente scolpiti noti localmente come “Batu Aceh”, che possono essere trovati nella maggior parte degli stati della penisola. Le forme e le iscrizioni delle pietre forniscono importanti indizi sulla storia antica dell’Islam nel paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.