Prostock-studio/
Fonte: Prostock-studio/

C’è stato un tempo in cui i tatuaggi erano considerati tabù, ma quel tempo è passato da molto tempo. Nel Regno Unito, si stima che 20 milioni di persone sport almeno un tatuaggio, quasi uno su tre abitanti della mia madre patria — forse non sorprende dato che il nome “Gran Bretagna” deriva dal celtico antico per “la gente tatuato.”

l’articolo continua dopo la pubblicità

In America, non è molto diverso. Un decennio fa, un rapporto del Pew ha rilevato che il 40% dei millennial negli Stati Uniti aveva un tatuaggio, e sospetto che il numero possa essersi insinuato più in alto da allora.

Mia sorella è una tatuatrice, inchiostrata dalla testa ai piedi (letteralmente), ma non sono mai andata sotto l’ago da sola e trovo difficile capire perché qualcuno lo farebbe. Ai miei occhi, circa il 95% dei tatuaggi sembra spazzatura, in più sono permanenti, a meno che tu non voglia sottoporti a più sessioni di trattamento laser, che sono più costose e dolorose di un tatuaggio in primo luogo.

Ma forse il dolore fa parte del punto

Un segnale di forza?

I biologi evoluzionisti hanno teorizzato che i tatuaggi sono un modo per segnalare quanto siamo duri. Nelle società preindustriali, il tatuaggio è più doloroso e più pericoloso che nelle società moderne. Il piercing della pelle espone il destinatario di un tatuaggio all’infezione e solo quelli con il sistema immunitario più forte possono passare attraverso il processo con la loro salute intatta.

Quindi i tatuaggi possono essere l’equivalente umano della vistosa coda di un pavone — un drenaggio delle risorse corporee che riduce le possibilità di sopravvivenza, ma pubblicizza ai potenziali compagni (e rivali) che sei abbastanza duro da sopportare l’handicap.

In un documento di ricerca pubblicato di recente sulla rivista Personality and Individual Differences, gli scienziati polacchi hanno cercato di testare questa teoria: Sono gli esseri umani con tatuaggi visto come più attraente, sano, e dominante?

l’articolo continua dopo la pubblicità

Andrzej Galbarczyk e Anna Ziomkiewicz hanno fotografato nove uomini a torso nudo, nessuno dei quali aveva un tatuaggio. Poi hanno avuto un professionista aggiungere un disegno del tatuaggio astratto per l’immagine del braccio di ogni uomo.

A diverse centinaia di volontari maschi e femmine sono state mostrate queste immagini e hanno chiesto di valutarle per attrattiva, salute, mascolinità, dominanza e aggressività. I volontari hanno anche giudicato quanto sia buono un partner e un padre pensavano che ogni uomo avrebbe fatto.

I risultati

Le donne pensavano che gli uomini sembrassero più sani con un tatuaggio, il che supporta la teoria dei biologi. Tuttavia, i tatuaggi non hanno fatto sembrare un uomo più o meno attraente. Le donne pensavano uomini tatuati sarebbero partner peggiori e padri rispetto agli uomini senza tatuaggi, forse perché i tatuaggi segnale impulsività e una propensione per l ” assunzione di rischi-difficilmente le caratteristiche maggior parte delle donne priorità in un partner a lungo termine. Sia gli uomini che le donne hanno convenuto che un uomo con un tatuaggio sembrava più maschile, dominante e aggressivo.

I ricercatori hanno concluso che “i tatuaggi possono avere una duplice funzione: influenzano le preferenze femminili, ma sono anche suscettibili di essere importanti nella competizione maschile-maschile.”

Tuttavia, mi chiedo se i risultati potrebbero essere in parte spiegati dal tipo di uomini che hanno fotografato. L’immagine di esempio che è apparso nel loro documento di ricerca ha mostrato un giovane atletico. Se gli altri modelli che sono stati fotografati erano allo stesso modo appassionato, questo potrebbe essere un problema. I tatuaggi sono così culturalmente carichi di informazioni che è possibile che lo stesso tatuaggio possa comunicare messaggi diversi, a seconda dell’età del portatore, delle condizioni fisiche o di altre variabili che i ricercatori non hanno studiato.

l’articolo continua dopo la pubblicità

Inoltre, chiunque abbia visitato un negozio di tatuaggi sa che il numero di disegni di tatuaggi disponibili è praticamente illimitato. Ciò significa che è molto difficile concludere da uno studio se i tatuaggi, nel loro complesso, hanno un effetto prevedibile su come viene percepita una persona.

Ma per ora, almeno, sembra che abbia avuto ragione a rinunciare all’ago. Non voglio davvero essere visto come più aggressivo o una cattiva scommessa per un partner a lungo termine, e se voglio apparire più sano mi assicurerò di mangiare i miei cinque al giorno…

Merlijn Hoek / Flickr
Sembra aver lavorato per questo ragazzo.
Fonte: Merlijn Hoek / Flickr

Per una versione audio di questa storia, vedi l’episodio 14 di febbraio 2017 del podcast Psychology of Attractiveness.

Supportami a patreon.com / psicologia e ricevere podcast bonus e blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.