Russian Helicopters ha mostrato il primo modello di prova di una nuova versione del fidato aereo da trasporto Mi-8/17 “Hip”. Designato Mi-171Sh-VN, e conosciuto come Storm nella sua versione da esportazione, l’elicottero pesantemente armato presenta armi guidate e armatura in titanio/Kevlar per proteggere sia l’equipaggio del ponte di volo che le truppe in cabina. Sono installati motori aggiornati e un nuovo sistema di rotore, quest’ultimo che impiega pale composite. Ha anche un tailrotor a forma di “X”, come montato sulle versioni successive Mi-35 e Mi-28.

Costruito nello stabilimento Ulan Ude di Russian Helicopters, il Mi-171Sh-VN è dotato di un pozzetto IBKV-17VP “glass” e di un sistema di avvistamento OPS-24N-1L per l’uso con armi guidate. Ha l’ultima suite di aiuti difensivi President-S e una mitragliatrice da 0,5 pollici. L’elicottero, che viene presentato al Forum tecnico-militare internazionale Army 2020 di questa settimana, è riferito che mira a un requisito delle forze speciali russe.

Il Mi-171Sh-VN sta apparendo come parte di una grande esposizione di elicotteri russi attraverso i due siti dell’Esercito 2020. È in mostra presso il principale sito espositivo del Parco Patriottico, insieme ad esempi di Mi-35M, Mi-35P e Ka-226T. Altri elicotteri militari sono all’aeroporto di Kubinka, tra cui Mi-28NE Night Hunter, Ka-52K Alligator, Mi-17V-5 e Mi-26T2V.

Russian Helicopters ha anche mostrato un nuovo design a pale del rotore completamente composito destinato all’installazione sugli elicotteri Mi-28 e Mi-35. Utilizzando la tecnologia di stampaggio a compressione a uno stadio, le lame aumentano significativamente le velocità di entrambi i tipi di elicotteri. I test su un laboratorio di volo Mi-24 convertito hanno mostrato velocità superiori a 400 km/h (216 nodi). Le lame sono attualmente in fase di test di fabbrica su un Mi-28.

Le lame composite avanzate sono state sviluppate dagli elicotteri russi per aumentare le velocità degli elicotteri d’attacco Mi-28 e Mi-35. (Foto: Elicotteri russi)

Durante lo spettacolo, la compagnia ha firmato un contratto con il ministero della difesa russo per sviluppare un elicottero a nave multiruolo in grado di svolgere compiti di trasporto truppe, ricerca e soccorso e guerra antisommergibile. Lo sviluppo è stato intrapreso da un team congiunto Mil/Kamov e la fase iniziale è prevista per il completamento in tre anni.

In altri annunci durante la settimana, Russian Helicopters ha confermato di aver avviato la produzione in serie dell’elicottero d’attacco Mi-35P presso lo stabilimento Rostvertol di Rostov-on-Don. A seguito di dimostrazioni ad un certo numero di potenziali clienti, il Mi-35P ha ricevuto il suo primo contratto da un cliente di esportazione non divulgato. L’elicottero è dotato di un sistema di avvistamento aggiornato con immagini termiche a matrice a onde lunghe e telecamera TV a colori ad alta risoluzione.

La società ha anche firmato un contratto con il Ministero delle Situazioni di Emergenza della Russia per fornire un elicottero heavylift Mi-26T2 iniziale. Questa versione del ben noto “Halo” ha modernizzato avionica che permettono di essere gestito da un equipaggio di tre, invece di cinque nelle generazioni precedenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.