La terapia del coma insulinico è stata utilizzata in questo ospedale dall’ottobre 1951. Fino a giugno 1954, 89 pazienti avevano ricevuto un ciclo completo di terapia. È stato ottenuto un gruppo di pazienti di controllo molto simile, con le seguenti conclusioni:

1. Il gruppo in coma insulinico ha mostrato essenzialmente lo stesso numero di pazienti migliorati del gruppo di controllo. Le cifre per il gruppo di controllo erano in realtà leggermente migliori.

2. I risultati nel gruppo con diagnosi di schizofrenia catatonica sono stati molto migliori per il gruppo di controllo rispetto al gruppo trattato con insulina. Non c’era differenza nelle altre categorie diagnostiche.

3. Dove è stato utilizzato EST era almeno efficace come terapia coma insulina.

4. L ‘ insulina non aumenta il tasso di miglioramento nei pazienti con diagnosi acuta o cronica.

5. Sebbene ai pazienti più gravemente malati venga somministrata una terapia con coma insulinico, il loro tasso di miglioramento è lo stesso del gruppo di controllo.

È la nostra conclusione che la terapia del coma insulinico è stata di per sé di scarso valore nel miglioramento dei pazienti che l’hanno avuta. Ci azzardiamo ad affermare che i risultati che abbiamo ottenuto, che equivalgono solo ai risultati di un gruppo molto simile che non ottiene insulina, erano dovuti a sforzi somatici e psicoterapeutici simulatanei con la terapia del coma insulinico. Il ricovero psichiatrico è stato in media di 3 mesi in più per paziente nel gruppo insulinico. Le nostre conclusioni non giustificano questo periodo in eccesso in ospedale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.