Parlando dopo la sua elezione, Bacow ha detto: “Sono onorato e onorato dall’opportunità di guidare questa straordinaria istituzione-e di succedere a Drew Faust, che ho avuto il privilegio di contare come amico e ispirazione da quando ci siamo incontrati oltre un decennio fa.

“La Harvard che ho conosciuto ha sempre rappresentato almeno tre cose: la ricerca della verità, un impegno incrollabile per l’eccellenza e l’opportunità”, ha aggiunto Bacow. “In una nazione divisa, questi ideali guida non sono mai stati più importanti. Non dovremmo mai rifuggire né scusarci per affermare il nostro impegno a rendere il mondo un posto migliore attraverso il nostro insegnamento e la borsa di studio e il nostro impegno per la verità, l’eccellenza e l’opportunità per tutti. E dovremmo sempre riconoscere che, per tutti i nostri progressi verso la realizzazione di questi ideali nel corso di decenni e secoli, c’è molto di più che possiamo imparare, più possiamo contribuire, più possiamo fare meglio.

” Siamo benedetti con studenti straordinari, docenti e personale”, ha detto. “Ogni volta che vedo turisti che scattano foto nel cortile di Harvard, voglio fermarli e dire:’ No! Harvard non è i suoi edifici. È la sua gente, e sono stimolanti, dalla facoltà che spinge i confini della conoscenza praticamente in ogni campo immaginabile, agli studenti che eccellono in ogni dimensione possibile, al nostro staff che si dedica a consentire tutto ciò che facciamo.’

“Quelli di noi privilegiati a guidare questa Università sono investiti di una preziosa fiducia”, ha detto Bacow. “Prometto di fare tutto ciò che è in mio potere per dimostrarmi degno di questo.”

In conformità con la carta di Harvard, Bacow è stato eletto alla presidenza di Harvard oggi (feb. 11) dalla Harvard Corporation con il consenso del Consiglio di Sorveglianza dell’Università.

L’appuntamento conclude una ricerca lanciata la scorsa estate dopo l’annuncio di Drew Faust che si sarebbe dimessa dopo 11 anni come presidente di Harvard. La ricerca ha coinvolto una consultazione di vasta portata con docenti, studenti, personale, alunni e altri che hanno preziose prospettive su Harvard e l’istruzione superiore.

“Dal primo giorno della mia presidenza, quando mi ha invitato a casa sua per cena, Larry Bacow è stato una fonte di saggezza, esperienza e intuizione, come amico, come collega presidente e negli ultimi anni come membro della Harvard Corporation”, ha detto Faust. “Capisce il potere dell’istruzione superiore di espandere la conoscenza, rafforzare la società e migliorare la vita umana. Ma porterà anche una prospettiva chiara alle sfide che l’istruzione superiore deve affrontare in questo momento, e una profonda devozione ad affrontarle nello sforzo di ampliare le opportunità per tutti. Non potrei essere più felice contemplando Harvard nelle sue mani, e non vedo l’ora di suoi numerosi successi come presidente.”

Bacow è stato il 12 ° presidente di Tufts da settembre 2001 a luglio 2011. Durante il suo mandato, ha lavorato vigorosamente per promuovere l’eccellenza e catalizzare l’innovazione nell’insegnamento, nella ricerca e nel servizio pubblico. Un importante sostenitore di accesso degli studenti e opportunità, ha presieduto un raddoppio del bilancio annuale dell’università per gli aiuti finanziari, la sostituzione dei prestiti con borse di studio per studenti provenienti da famiglie a basso reddito, e l’introduzione di un programma di assistenza rimborso del prestito aiutare i laureati provenienti da tutta Tufts perseguire una carriera nel servizio pubblico e il

Il tempo di Bacow a Tufts è stato caratterizzato dagli sforzi per rafforzare l’esperienza universitaria, espandere la portata internazionale dell’istituzione, investire nella ricerca e nell’istruzione universitaria e creare connessioni interdisciplinari all’interno e tra le otto scuole di Tufts, con un’enfasi sull’affrontare le sfide sociali. Ha abbracciato la diversità e l’inclusione come basi di eccellenza, lanciando l’Ufficio della diversità istituzionale dell’università e lavorando per aumentare la presenza di donne e minoranze nella facoltà e in posizioni di leadership.

Riflettendo la sua attenzione su come le università possono beneficiare la società, Bacow ha convocato una conferenza internazionale dei leader dell’istruzione superiore in 2005 per avviare la Rete Talloires, un’associazione globale di università impegnate a rafforzare i ruoli civici e le responsabilità sociali dell’istruzione superiore. La rete è cresciuta fino a raggiungere più di 360 istituzioni membri in 77 paesi e mantiene il suo segretariato presso Tufts.

Bacow era ampiamente conosciuto a Tufts per il suo stile di leadership aperto, impegnato e accessibile, nonché per rafforzare i legami dell’università con i suoi alunni e le sue comunità ospitanti. Un corridore appassionato, ha fondato la President’s Marathon Challenge nel 2003, che ha riunito i membri della comunità di Tufts per correre e fare volontariato nella Maratona di Boston e per raccogliere fondi per sostenere la nutrizione e la ricerca medica. La sua formazione di prima mattina corre con gli studenti, facoltà, e il personale è diventato un segno distintivo, come hanno fatto le cene ha ospitato per i membri della classe senior.

Mentre era a Tufts, Bacow ha anche assunto ruoli di leadership più ampi nell’istruzione superiore come presidente del consiglio dei presidenti dell’Associazione dei consigli di amministrazione, presidente del comitato esecutivo dell’Associazione dei college e università indipendenti nel Massachusetts e membro del comitato esecutivo del consiglio di amministrazione dell’American Council of Education.

“Larry Bacow ha impostato Tufts su una traiettoria ad un livello diverso, e il suo record all’università parla da solo”, ha detto James A. Stern, M. B. A. ’74, presidente del consiglio di fondazione della Tufts University durante la presidenza di Bacow. “Larry è un leader straordinario che, nella ricerca dell’eccellenza, pensa a dove le cose devono essere, non semplicemente dove sono ora. Lui è il giocatore di squadra finale, qualcuno che rende tutti intorno a lui meglio. Era profondamente rispettato, persino amato, da tutte le circoscrizioni di Tufts: studenti, docenti, personale e alunni.”

Correlati

Bacow, nominato presidente di Harvard, incontra la stampa

Spiega che egli è, di come ha imparato, quello che ha valori

Seguendo il suo decennio presso la Tufts, Bacow è venuto a Harvard nel 2011 come presidente-in-residence presso la Graduate School of Education (GSE), mentre anche diventare un membro di Harvard Corporation, l’Università principale del consiglio di amministrazione. Nel 2014, si è trasferito dal GSE alla Harvard Kennedy School, dove rimane il Leader-in-Residence di Hauser nel Centro per la leadership pubblica. Ha dedicato il suo tempo alla consulenza di nuovi e aspiranti leader universitari e universitari, mentoring studenti interessati a carriere in materia di istruzione, insegnamento in programmi di educazione esecutiva, e la scrittura e parlare di grandi questioni in materia di istruzione superiore.

“Larry Bacow porta una straordinaria combinazione di ampia esperienza nel mondo accademico, profonda conoscenza di Harvard, e che la qualità intangibile, la saggezza,” ha detto Shirley Tilghman, che ha servito come presidente della Princeton University dal 2001 al 2013, rimane un professore di biologia molecolare a Princeton, e serve sulla Harvard Corporation. “Sono stato colpito durante gli anni che ho servito con lui nella Società dalla sua generosità verso molti leader, sia all’interno che all’esterno di Harvard, che si rivolgono regolarmente a lui per consigli premurosi.”

Bacow è senior advisor di Ithaka S+R, un’organizzazione di ricerca leader che aiuta le comunità accademiche a servire il bene pubblico e navigare nel cambiamento. Inoltre, è stato membro del Lincoln Project dell’American Academy of Arts and Sciences sulla conservazione e il rafforzamento delle università pubbliche di ricerca della nazione (2014-16), nonché membro del comitato consultivo per l’iniziativa della Casa Bianca sui college e le università storicamente nere (2010-15).

” Da quando ho incontrato e fatto amicizia con Larry Bacow oltre 25 anni fa al MIT, ho avuto il privilegio di lavorare con uno dei leader più efficaci in tutti gli aspetti dell’ambiente di vita e di apprendimento della vita universitaria”, ha detto John Silvanus Wilson Jr., MTS ’81, Ed.M. ’82, Ed.D. ‘ 85, ex presidente del Morehouse College, un sorvegliante di Harvard e ex direttore esecutivo della White House Initiative on Historically Black Colleges and Universities (HBCU). “Ho incoraggiato l’interesse del presidente Obama a nominare Larry nel comitato consultivo dell’iniziativa della Casa Bianca sugli HBCU a causa dell’impatto trasformazionale che ha avuto su Tufts, tra cui l’aumento degli aiuti finanziari, l’espansione della ricerca, l’arricchimento della vita studentesca e l’avanzamento della diversità e dell’inclusione.

“Larry combina saggezza con un tocco umano, acume con compassione”, ha aggiunto Wilson. “Harvard ha la fortuna di averlo come leader per la strada da percorrere.”

Come membro della Harvard Corporation dal 2011, Bacow è stato sempre più coinvolto in una serie di questioni strategiche che l’Università deve affrontare, dalla pianificazione per gli sviluppi futuri in Allston al rafforzamento del supporto per la ricerca, dal miglioramento della collaborazione tra le scuole a immaginare il futuro dell’apprendimento online. Si è ritirato dal comitato di ricerca presidenziale a metà dicembre, dopo che numerose persone consultate sulla ricerca hanno esortato a essere considerato come candidato.

“Un leader affidabile e collaudato, noto per le sue capacità di ascolto e comunicazione, Larry Bacow ha l’intelligenza, l’integrità, il comportamento e le competenze gestionali per guidare Harvard negli anni a venire”, ha detto Scott A. Abell, A. B. ’72, presidente del Board of Overseers di Harvard e membro del presidential search committee. “Conosce Harvard, conosce e rispetta la nostra facoltà, si fida del nostro staff e gode appieno delle sue interazioni con i nostri studenti. Il suo senso dell’umorismo e la personalità calda sono ammirevoli e genuini.

“Larry Bacow è la persona giusta, per tutte le giuste ragioni, per diventare il 29 ° presidente di Harvard”, ha detto Abell.

Bacow ha trascorso la prima fase della sua carriera accademica al MIT, dove si è unito alla facoltà nel 1977. Emergendo come un membro di spicco del Dipartimento di Studi urbani e pianificazione, con esperienza in economia, diritto, e le politiche pubbliche, è salito a diventare il Lee e Geraldine Martin Professore di studi ambientali. Ha svolto ruoli chiave nel fondare e guidare sia il Consorzio MIT sulle sfide ambientali globali e il MIT Center for Real Estate. All’inizio della sua carriera, ha tenuto visiting professorships presso università in Israele, Italia, Cile e Paesi Bassi.

Il suo primo ruolo di leadership a livello universitario è venuto come presidente della Facoltà del MIT (1995-97). Nel 1998, è stato nominato cancelliere del MIT, uno dei più alti ufficiali accademici dell’istituto, un ruolo in cui ha guidato gli sforzi nella formazione universitaria, formazione universitaria, iniziative di ricerca, partnership internazionali e industriali, e la pianificazione strategica.

“era chiaro dal momento in cui Larry Bacow divenne presidente della Facoltà, al MIT, è una persona con un profondo impegno per l’eccellenza accademica, per le quali gli studenti importa molto, molto più ampia prospettiva interdisciplinare,” ha detto Robert J. Birgeneau, un eminente fisico che servita insieme a Bacow al MIT, prima di diventare presidente dell’Università di Toronto e poi rettore dell’Università di California, Berkeley. “I leader universitari di successo sono chiari su quali sono i loro valori, e questi valori si riflettono nel modo in cui guidano le loro istituzioni. Larry ha una bussola morale molto ben definita, che servirà lui e Harvard bene negli anni a venire.”

Figlio di genitori immigrati — suo padre rifugiato dai pogrom dell’Europa orientale, sua madre sopravvissuta ad Auschwitz — Bacow è stato a lungo dedicato al ruolo vitale dell’istruzione nel consentire il perseguimento del sogno americano. Cresciuto nel Michigan, ha preso un appassionato interesse per la scienza e la matematica, e ha vinto l’accettazione al MIT. Ha ricevuto il suo S. B. in economia lì nel 1972, la laurea Phi Beta Kappa. Ha continuato a guadagnare tre gradi da Harvard, un J. D. e M. P.P nel 1976, e un dottorato di ricerca in politica pubblica nel 1978.

Bacow è autore o coautore di quattro libri e numerosi articoli su argomenti relativi alla politica ambientale, all’economia, al diritto, all’uso del suolo e alla salute e sicurezza sul lavoro. Più recentemente, i suoi scritti e conferenze si sono concentrati su una vasta gamma di questioni nell’istruzione superiore, tra cui l’apprendimento online, le innovazioni nell’insegnamento, l’economia politica delle università e la leadership e la governance dell’istruzione superiore. Membro dell’American Academy of Arts and Sciences, l’anno scorso è stato nominato Clark Kerr Lecturer dall’Università della California, Berkeley, e gli sono state conferite sei lauree honoris causa.

Bacow è sposato con Adele Fleet Bacow, un’urbanista e laureata al Wellesley College e al MIT. Ha incontrato Adele il suo primo giorno di orientamento come 1L alla Harvard Law School. Ha ricevuto la medaglia Hosea Ballou dal Tufts board of trustees nel 2012. La medaglia, assegnata solo 17 volte dal suo inizio nel 1939, è stata creata per “riconoscere i membri della comunità Tufts che hanno reso un servizio eccezionale per l’istituzione.”I Bacows hanno due figli.

In un messaggio a livello comunitario che annunciava la nomina di Bacow, Lee ha espresso la gratitudine del comitato di ricerca a tutti coloro che hanno offerto pensieri sulla ricerca.

“Con i miei colleghi del comitato di ricerca, ringrazio tutti voi che avete offerto il vostro consiglio premuroso”, ha detto. “La nostra gratitudine va soprattutto ai membri dei tre comitati consultivi — di facoltà, studenti e personale — che hanno lavorato così duramente e hanno contribuito così tanto a informare le deliberazioni del comitato di ricerca, sia condividendo le proprie opinioni che suscitando un forte contributo da molti altri.”

Ha detto Robin Kelsey, A. M. ’87, Ph. D.’ 00, presidente del comitato consultivo della facoltà, che serve come Shirley Carter Burden Professore di fotografia e Decano delle Arti e delle Discipline umanistiche nella Facoltà di Arti e Scienze: “Durante il corso delle nostre conversazioni sul comitato consultivo della facoltà, è diventato chiaro che le straordinarie sfide e opportunità che Harvard deve affrontare oggi richiedono un presidente con visione, esperienza, esperto organizzativo e capacità di costruzione del consenso. Larry Bacow ha queste qualità di leadership in abbondanza. Il comitato di ricerca non avrebbe potuto essere più sollecito e rispettoso delle opinioni del comitato consultivo della facoltà. E ‘ stato un processo meraviglioso, e non vedo l’ora di grandi anni a venire sotto la guida di Larry Bacow.”

Il comitato consultivo degli studenti ha contattato gli studenti di tutta l’Università per tutto il semestre autunnale per cercare input sulle sfide e le opportunità generali di Harvard, nonché sulle qualità che valuterebbero nel suo prossimo presidente. “Fin dall’inizio, ho trovato il comitato di ricerca sinceramente investito in prospettive e feedback degli studenti, e ci siamo incontrati più volte con i membri del comitato negli ultimi mesi per condividere osservazioni e raccomandazioni”, ha detto Jyoti Jasrasaria, A. B. ’12, uno studente del terzo anno di Harvard Law School che ha presieduto il comitato consultivo degli studenti. “Abbiamo coinvolto quasi 4.000 studenti attraverso i nostri vari sforzi di sensibilizzazione, e siamo grati di essere stati in grado di portare le voci di quegli studenti al comitato e assicurarci che fossero ascoltate durante il processo di selezione presidenziale.”

” Il riconoscimento del comitato di ricerca presidenziale dell’importanza dell’input del personale nel processo di ricerca è stato profondamente apprezzato dalla comunità”, ha affermato Katie Lapp, vicepresidente esecutivo, che ha presieduto il comitato consultivo del personale. “La robusta partecipazione del personale alle sessioni in tutto il campus ha dimostrato il profondo impegno che hanno per l’Università e per il successo del nostro prossimo presidente.

“Nel corso della sua carriera,” ha aggiunto, “Larry Bacow ha dimostrato la capacità di costruire e ispirare le squadre, e di impegnarsi apertamente e autenticamente con i membri del personale, e so che la comunità del personale lavorerà instancabilmente per sostenere i suoi sforzi per conto dell’Università.”

Fondata nel 1636, Harvard è dedicata all’eccellenza nell’insegnamento, nell’apprendimento e nella ricerca e all’educazione dei leader e alla ricerca di borse di studio in molte discipline per fare una differenza positiva nelle comunità di tutto il mondo. L’Università, che ha sede a Cambridge e Boston, Massa., ha un’iscrizione di più di 20.000 candidati di grado, compreso studenti universitari e laureati. Harvard ha più di 360.000 alunni in tutto il mondo. Il presidente serve come il capo accademico e ufficiale amministrativo dell’Università.

Lee ha chiuso il suo messaggio alla comunità di Harvard ringraziando Faust e dando il benvenuto a Bacow.

“Voglio ancora una volta salutare Drew Faust per la sua eccezionale leadership e servizio, che lascerà il suo successore con una piattaforma così forte su cui costruire. Con lei, faremo del nostro meglio per rendere la sua primavera finale in Mass Hall memorabile e produttiva”, ha detto Lee. “Per oggi, si prega di unirsi a me nel congratularsi e dare il benvenuto Larry Bacow come prossimo presidente di Harvard. È qualcuno che conduce dando credito piuttosto che prenderlo. E sa che ciò che Harvard può realizzare per i suoi studenti e per il mondo negli anni a venire dipenderà soprattutto da tutti voi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.